Home Notizie dall'Istituto Bagno a Ripoli UNA CAMMINATA TRA STATUE, GROTTE E FONTANE AL GIARDINO DI BOBOLI

UNA CAMMINATA TRA STATUE, GROTTE E FONTANE AL GIARDINO DI BOBOLI

621

La mattina di venerdì 2 giugno, gli iscritti al corso di Storia dell’Arte della nostra scuola – un ciclo di lezioni aperto a tutti che si svolge presso la sede di Bagno a Ripoli, nei locali del plesso Francesco Redi in via di Belmonte – hanno effettuato una lunga e approfondita visita al giardino di Boboli.

Attraversato il cortile dell’Ammannati di palazzo Pitti e risalito l’Anfiteatro del Tribolo, abbiamo raggiunto il Giardino del Cavaliere, uno dei giardini recintati di Boboli, all’estremità sud del grande parco.

Dopo averne percorso i vialetti tra le basse siepi di bosso che racchiudono specie rare e profumate di dalie e di rose, il nostro itinerario è proseguito scendendo attraverso ilPrato dell’Uccellaree il Prato del Pegaso fino all’altezza del Viottolone.

Da lì siamo entrati nel cosiddetto Giardino degli Ananassi, dove abbiamo avuto la fortuna di imbatterci nella suggestiva fioritura delle ninfee nella grande vasca allestita nell’Ottocento dal famoso botanico Filippo Parlatore.

Continuando a discendere la collina di Boboli e superati i giardini recintati della Specola e della Botanica inferiore, siamo arrivati davanti alla Limonaia di Zanobi del Rosso, in cui ancora oggi vengono riposte le centinaia di conche di agrumi durante il periodo invernale. Si tratta di un notevole edificio settecentesco non lontano dall’ingresso diAnnalenain via Romana e dallaVasca dell’Isola, ideata nel Seicento da Alfonso e Giulio Parigi.

Il nostro percorso si è infine concluso con l’attraversamento dell’Emiciclo o Prato delle Colonne, un grande spazio semicircolare circondato da nicchie di bosso con statue, confinante con l’estremità ovest del Giardino di Boboli, in corrispondenza dell’accesso di Porta Romana da cui siamo usciti.