Home Notizie dall'Istituto Piazza dei popoli dal 6 al 9 settembre a Pontassieve

Piazza dei popoli dal 6 al 9 settembre a Pontassieve

355

4 giornate da vivere in piazza, tra musica, laboratori, teatro, presentazioni di libri e momenti per parlare di storie, di identità, di diritti e di Terra e libertà.

Dal 6 al 9 settembre, in Piazza Vittorio Emanuele II Pontassieve si svolgerà la VI edizione di Piazza dei Popoli, il Festival dedicato alle tematiche internazionali, alla conoscenza del mondo globale. Il tema di quest’anno è Terra e libertà e avrà come filo conduttore il diritto di muoversi e vivere in ogni Stato, la libertà di poter lasciare e poter ritornare nella propria terra.

Tanti saranno i protagonisti del Festival, la cui chiusura sarà affidata sabato 9 settembre alla Bandabardò che proporrà sul palco centrale (inizio ore 21,30 ingresso libero) il concerto “Se mi rilasso collasso, un libro suonato” con Finaz, Nuto, Bachi e Orla, una biografia in musica che ripercorre live 30 anni di canzoni intramontabili per una delle più longeve band del panorama musicale nazionale.

La prima serata, mercoledì 6 settembre, vedrà invece lo spettacolo teatrale Il Popolo Cattivo di e con Andrea Kaemmerle, una divertente e spietata ricerca del popolo più cattivo della storia accompagnato da musiche di tutto il mondo. Giovedì 7 sempre il teatro protagonista con lo spettacolo LAHL – Grido di una generazione in trance del Teatro Clandestino. Venerdì 8 torna la musica con il concerto La grande corsa verso Lupionopolis di Peppe Voltarelli, fondatore del gruppo Il parto delle nuvole pesanti, di cui è stato cantante e leader, prima di intraprendere, dal 2006, la carriera solista durante la quale ha vinto tre targhe Tenco.

Non soltanto spettacolo serali: ogni giorno nel pomeriggio laboratori e attività per i più piccoli e tante occasioni per parlare di migrazione, integrazione e diritti, tra queste l’incontro con l’europarlamentare e medico di Lampedusa Pietro Bartolo (venerdì 8 settembre ore 18,30 Sala del Consiglio) e la presentazione del libro Troppo Neri, di Saverio Tommasi, con le illustrazioni di Francesco Malavolta (sabato 9 settembre ore 18,30, Sala del Consiglio).

Abbiamo scelto le parole Terra e Libertà” per  raccontare la manifestazione di quest’anno,– spiega il Vicesindaco con delega alle politiche culturali Carlo Boni – perché vogliamo regalare un Festival pieni di colori, contaminazioni, speranza, contenuti e testimonianze che sappia far vivere la nostra piazza portandoci anche a riflettere e conoscere tematiche internazionali. Un festival globale che parla di diritti con le parole della musica, del teatro, dell’immagine.

Nei giorni del festival tutte le sere sarà possibile cenare in piazza Vittorio Emanuele II, negli stand del Comitato in Bianco e NeroDurante tutte le giornate saranno allestite le mostre Popoli in movimento di Francesco Malavolta, un viaggio fotografico che documenta i flussi migratori, via terra e via mare e Disegnami, la mostra che, partendo dalle testimonianze raccolte nei diari multimediali migranti, racconta con immagini e parole le difficoltà e le gioie della migrazione.

La manifestazione è ideata e realizzata dal Comune di Pontassieve in collaborazione con Materiali Sonori, Comitato in Bianco e Nero, Fotografi Levante Fiorentino, Festival Oriente occidente, Arci Firenze, EDA servizi, CoopCulture, Consulta dei Giovani di Pontassieve, Azienda Ruffino e con il patrocinio del Consiglio Regionale della Toscana.

Per informazioni dettagliate e il programma delle serate visitate il sito del Comune di Pontassieve